Come imparare a dire di no senza sensi di colpa

http://www.ibs.it/code/9788854155749/marson…/comeimpararedire.html

Questo interessante libro affronta in maniera chiara e con un linguaggio non tecnico le difficoltà che incontrano le persone che – in svariati campi della vita – non sanno dire di no e  si trovano a contrastare gli effetti della “maledizione dell’altruismo”.  L’autrice ricostruisce – partendo da casi clinici – come, sin dalla più tenera infanzia, ci costruiamo delle Regole Personali Rigide (devo essere apprezzata/o da tutti; non posso sottrarmi alle loro richieste ecc.) che, col tempo, finiscono col diventare controproducenti. Fornisce inoltre alcune indicazioni sull’atteggiamento di fondo da tenere e sulle strategie da utilizzare per minimizzare i rischi di questa condizione e per imparare a “essere disponibili quando ci va”. Indicatissimo per  tutti coloro (compresi pazienti e terapeuti) che, a vario titolo, hanno a che fare con queste situazioni.

Come imparare a dire no senza sensi di colpa

Table: per scoprire come mangiavamo

01.04.2014_mostratable

 

Cosa mangiavano i nostri antenati? Cosa mangiamo noi?

Un modo originale per proporre questo tema che si concretizza in una mostra  all’Arengario di Monza. Un’idea per concludere il percorso annuale dei pazienti aderenti a Progetto Benessere.

Settimana dell’educazione alimentare per adolescenti al Collegio Ballerini

In considerazione dell’importanza di questo argomento in un’età così sensibile da questo punto di vista, da oggi al Collegio Ballerini di Seregno si terrà la settimana dell’educazione alimentare per gli allievi di II media (per quelli di III l’argomento sarà invece l’educazione ai sentimenti e alle relazioni). Sono previsti sia interventi in classe (gestiti da insegnanti ed esperti esterni) che per la cittadinanza. Oltre all’aspetto teorico sono previsti momenti “pratici” – si veda il volantino allegato – quali la colazione di classe per i ragazzi e cene a tema per gli adulti che ritengo particolarmente interessanti e che vi promoziono (una cena “biblica”, una riguardante le eccellenze alimentari lombarde e l’ultima contro le mafie in collaborazione con Libera) e alle quali gli interessati possono iscriversi direttamente dal volantino allegato (comodo no?).
Personalmente mercoledì 12 terrò un incontro di due ore per la classe sul tema del rapporto tra adolescenza e alimentazione, effettuato con una presentazione Power Point, giochi, inchieste e filmati che provvederò poi a pubblicare.

Settimana dell’educazione alimentare al Collegio Ballerini

Gruppo psicoeducativo gestione delle relazioni 1: gestione della rabbia

Durante un recente ricovero una paziente mi ha suggerito di utilizzare lo spazio del martedì – che avevo “ereditato” da poco – per trattare un problema da lei particolarmente sentito vale a dire quello della gestione della rabbia. Dopo aver interpellato il gruppo e aver verificato che si trattava di un interesse diffuso, ho accettato la proposta inquadrandola nel tema più generale delle abilità sociali necessarie per interagire efficacemente con gli altri (che siano amici, parenti o  conoscenti).
Ne è sortito un gruppo psicoeducativo così strutturato:
1a settimana: “Gestione della rabbia”
2a settimana: “Gestione del conflitto”
3a/4a settimana: “L’arte dell’assertività”

Di seguito il contenuto del primo modulo:

Gestione della rabbia