Table: per scoprire come mangiavamo

01.04.2014_mostratable

 

Cosa mangiavano i nostri antenati? Cosa mangiamo noi?

Un modo originale per proporre questo tema che si concretizza in una mostra  all’Arengario di Monza. Un’idea per concludere il percorso annuale dei pazienti aderenti a Progetto Benessere.

Annunci

Traduzione Offerta di lavoro

Traduzione:

Abbiamo inventato un finto lavoro e abbiamo messo un annuncio online

poi abbiamo fatto veri colloqui

 

Lasci che le spieghi di che lavoro si tratta, non è solo un lavoro, è il lavoro più importante,

la posizione cercata è quella di direttore delle operazioni

la responsabilità è uno dei requisiti richiesti nel suo senso più ampio

è richiesta la mobilità, richiede di stare in piedi tutto il tempo, anzi direi quasi sempre, è richiesta grande resistenza

 

_ Per quante ore?

 

Da 135 ore alla settimana in su, 7 giorni la settimana

 

_ Immagino ci sia la possibilità di sedersi…

 

No.  Non sono previste pause

 

– E’ legale tutto questo?

 

Sì, sì

 

– Non posso nemmeno pranzare?

 

Dopo il suo assistito

– Ma è una cosa da matti!

 

Richiede capacità di negoziazione e spiccate abilità  relazionali, una laurea in medicina, in economia

A volte le sarà richiesto di affiancare il suo assistito in orari notturni. Non sono previste ferie, anzi in quei giorni il lavoro si fa più intenso

– Direi che è tutto piuttosto crudele, è un lavoro per gente malata

 

La sensazione di connessione che da con l’assistito è incommensurabile. Ah, il lavoro non sarà pagato assolutamente nulla

– Scusi?!

– Dovrei fare tutto ciò gratis?

sì, lo fanno già miliardi di persone.

-Chi?!

 

Le mamme

 

In conclusione: buona festa della mamma!

 

La parabola del Ranocchio …

Troppo bello!

www.ri-trovarsi.com

ranocchi

C’era una volta una gara di ranocchi. L’obiettivo era arrivare in cima ad una torre. Si radunò molta gente per vedere e fare il tifo per loro. Cominciò la gara. In realtà, la gente probabilmente non credeva possibile che i ranocchi raggiungessero la cima e tutto quello che si ascoltava erano frasi del tipo “Che pena! Non ce la faranno mai”.

I ranocchi cominciarono a desistere, tranne uno che continuava a cercare di raggiungere la cima. La gente continuava: “Che pena! Non ce la faranno mai!”.

E i ranocchi si stavano dando per vinti tranne il solito ranocchio testardo che continuava ad insistere. Alla fine tutti desistettero tranne quel ranocchio che, solo e con grande sforzo, raggiunse alla fine la cima.

Gli altri volevano sapere come avesse fatto. Uno degli altri ranocchi si avvicinò per chiedergli come avesse fatto a concludere la prova.

E scoprirono che …. era sordo!

Riassumendo:…

View original post 10 altre parole